“La soluzione include una metodologia e un software a supporto della stessa, che concorrono a sviluppare un programma per la gestione e il miglioramento del ciclo di sviluppo delle smart cities. Il programma è articolato in tre fasi:

1) Progettazione del framework per la Governance della Smart City
Questa fase del programma prevede all’inizio delle attività di consolidare il l macro-programma dell’Amministrazione locale, per poter impostare in modo organico gli interventi strategici, i meccanismi finanziari e le leve atte a favorire il progresso digitale di cittadini e imprese.
La fase iniziale ha quindi l’obiettivo di definire i caratteri fondamentali della città smart,
• quadro strategico: missione, obiettivi prioritari e fattori critici di successo per il raggiungimento degli obiettivi attesi
• modello organizzativo più idoneo a garantire la governance della smart city
• modello di project/service funding: fonti e possibili forme utili ad ottenere le risorse economico/ finanziarie per attuare e sostenere il programma operativo della smart city
• modello di funzionamento della Smart City sulla pianificazione integrata delle iniziative;
• modello tecnologico più adeguato a rispondere alle esigenze di funzionamento della smart city, in coerenza con le infrastrutture tecnologiche esistenti e già disponibili;
• modello di conformità rispetto alla normativa vigente e alle principali regole operative di riferimento (decreto “crescita”, piano nazionale delle comunità intelligenti e protocolli di intesa stipulati tra Comuni e Agenzia Digitale).

2) Sviluppo di progetti pilota
L’approccio prevede la progettazione di un sistema di valutazione e selezione delle iniziative proposte da aziende, istituzioni e cittadini. Le iniziative rispondenti ai requisiti delineati vengono pianificate e inserite nel “masterplan dei progetti della Smart City”. Inoltre si prevede la definizione di un modello di gestione delle iniziative pianificate, per seguirne lo sviluppo e l’avanzamento

3) Misurazione dei progressi socio-economici
Questa fase ha l’obiettivo di costruire il modello di misurazione dei ritorni associati alle iniziative del piano, identificando i KPI più adeguati alla misurazione della smartness della città, sia in termini di progresso economico-sostenibile, sia di vantaggi per il welfare, mediante un sistema di reporting relativo ai risultati progressivamente conseguiti rispetto alle attese.

Smart Communication: change management, comunicazione, educazione civica, sensibilizzazione sociale
Il cambiamento così complesso come la trasformazione di una città necessariamente può essere reso possibile solo attraverso azioni di change management e comunicazione per sensibilizzare tutti gli attori convoilti nei cambiamenti in atto. Questa fase, sviluppata in parallelo con le altre fasi del ciclo, si propone di:
• informare gli stakeholders della Smart City in merito ad obiettivi definiti e al percorso intrapreso;
• sensibilizzare i singoli favorendo il loro coinvolgimento nell’ambito del percorso di cambiamento;
• informare in merito ai risultati conseguiti nel periodo e agli obiettivi per il futuro;
• ascoltare costantemente l’opinione della cittadinanza sia sugli indirizzi sia sui risultati percepiti.

La soluzione consiste di un’applicazione software, ma è possibile fruirne anche in modalità “”as a service””.
Le componenti della soluzione sono attualmente in stadi diversi di sviluppo: la metodologia è già consolidata mentre il software di supporto decisionale è in fase di prototipazione.”