L’Italia sta riciclando solo il 40% dei rifiuti domestici urbani a fronte di obiettivi fissati dalla Comunità Europea del 70% (2030) e dell’80% per packaging come vetro, carta, metallo e plastica e, a partire dal 2025, il divieto di collocare in discarica i rifiuti riciclabili. Il costo di gestione del rifiuto indifferenziato è in continuo aumento (18% tra il 2008 e il 2013) e nel 2012, in Italia, si attesta mediamente a circa 15% più elevato rispetto alla frazione differenziata (21,69 centesimi di euro/kg vs 18,99 centesimi di euro/kg per la frazione differenziata) per un valore che porta le Regioni virtuose (62,2% di RD del Veneto) a sostenere costi della raccolta, a parità di rifiuto domestico prodotto (500 kg per abitante/anno), di circa 74 euro per abitante all’anno rispetto ai 190 euro per abitante delle Regioni meno virtuose (15,3% di RD della Sicilia).
Junker è una soluzione che risponde alle esigenze di aumentare la quota di raccolta differenziata andando in aiuto ai cittadini, in quanto in grado di indicare il corretto smistamento di tutti i prodotti da supermercato solo scansionando con lo smartphone il codice a barre. Scansionando i codici a barre stampigliati sugli imballaggi o scrivendo il nome del prodotto, l’applicazione Junker riconosce il prodotto e indica: – di quanti/quali materiali è composto l’imballaggio – dove va smaltito ogni materiale. La soluzione permette al cittadino di ottenere l’indicazione per smistare il rifiuto in maniera corretta e al Comune di interagire con i cittadini, apprendendo e migliorando il processo di informazione grazie alle segnalazioni one-clic. Attraverso l’app Junker è sempre possibile segnalare un errore, in questo modo se il prodotto non è presente verrà censito e l’informazione sul corretto smaltimento sarà re-inviata al Cittadino in tempo reale. L’app rileva automaticamente la posizione geografica e aggancia il quadro di informazioni sullo smaltimento della zona, ma è anche possibile scegliere e impostare un’altra località servita tramite ricerca sulla mappa. In questo modo il cittadino può variare tutte le volte che lo desidera la localizzazione sull’applicazione (ad esempio se è in viaggio o in villeggiatura), ottenendo così le informazioni contestualizzate alla nuova posizione.
Il servizio, una volta attivato, funziona senza presidio da parte del Comune o della Municipalizzata, che comunica con Junker solo in caso di variazioni delle configurazioni iniziali (ad esempio: attivazioni di nuove zone per il Porta a Porta, attivazioni nuove Isole ecologiche, variazione dei calendari della raccolta…) o per l’invio di comunicazioni.