News

Decreto rilancio: 50 milioni per innovazione tecnologica e digitalizzazione PA

Il fondo servirà per digitalizzare servizi della Pubblica amministrazione ai cittadini e alle imprese

Nel Decreto Rilancio presentato il 13 maggio 2020 per affrontare la Fase 2 del coronavirus sono stanziati 50 milioni di euro per innovare la pubblica amministrazione. Il testo prevede infatti l’istituzione di un Fondo per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione che sarà gestito dal Ministero dell'Innovazione Digitale (MID).

Come sottolinea la nota pubblicata sul sito del Ministero, aumentare la domanda di tecnologie innovative da parte della PA significa spingere “aziende, start up e produttori di software (software house) del Paese a creare sistemi sempre più avanzati e progettati per la Pubblica amministrazione riconoscendola come committente del quale vanno soddisfatte le esigenze e non come cliente passivo che assorbe prodotti ritagliati su altre esigenze”.

Una scelta che mira a semplificare la burocrazia, migliorare i servizi ai cittadini (in particolare, aumentando i servizi disponibili sulla App IO) e favorire "interventi complessi, non soltanto tecnologici ma anche formativi, amministrativi, procedurali”.

Il fondo finanzierà non solo l'acquisto di software ma anche il lavoro di startup e aziende innovative italiane, attive nel settore della digitalizzazione e della programmazione di software che vogliono contribuire alla creazione di servizi semplici e tuttavia avanzati tecnologicamente.

Entra in contatto

Richiedi maggiori informazioni

*Campi Obbligatori
SmartCommunitiesTech
gestito dall'Associazione Cluster Tecnologico Nazionale
sulle Tecnologie per le Smart Communities
Sede Operativa
Fondazione Torino Wireless
Via Vincenzo Vela 3, Torino, Italy

Iscriviti alla newsletter







Coordinamento