Bando

Bando MISE - FRI Grandi progetti R&S

Bando grandi progetti R&S a valere sulle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI) e sul Fondo per la Crescita Sostenibile (FCS)

Con decreto direttoriale 14 luglio 2016 il Ministero dello Sviluppo Economico ha lanciato i nuovi bandi in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo per l’attuazione dell’”Agenda Digitale” e per “l’Industria Sostenibile”. La dotazione complessiva per i due bandi è di 450 milioni sul FRI e di 80 milioni sul FSC.

  

Obiettivi

Concessione ed erogazione di agevolazioni in favore di grandi progetti di ricerca, sviluppo e innovazione di importanza strategica per il rilancio della competitività del sistema produttivo italiano. I progetti ammissibili devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi e servizi o al notevole miglioramento di quelli esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali. Le tematiche e i settori devono essere direttamente riconducibili alle aree individuate dalla Strategia Nazionale.

I progetti di ricerca e sviluppo devono riguardare le seguenti tematiche rilevanti o i seguenti settori applicativi:

  • Industria Sostenibile - Tematiche rilevanti:
    • Processi e impianti industriali
    • Trasporti su superficie e su via d’acqua
    • Aerospazio
    • TLC
    • Tecnologie energetiche
    • Costruzioni eco-sostenibili
    • Tecnologie ambientali
  • Agenda Digitale - Settori applicativi:
    • Salute e assistenza
    • Cultura e turismo
    • Mobilità e trasporti
    • Energia e ambiente
    • Monitoraggio e sicurezza del territorio
    • Modernizzazione della PA
    • TLC
    • Fabbrica intelligente

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione nel territorio italiano di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale e:

  • prevedere spese ammissibili non inferiori a euro 5 milioni e non superiori a euro 40 milioni essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni e, comunque, pena la revoca, non oltre 3 mesi dalla data del decreto di concessione
  • avere una durata non superiore a 36 mesi, con proroga non superiore a 12 mesi
  • avere fino a un numero massimo di cinque proponenti
  • ciascun proponente sostenga almeno il 10% dei costi complessivi ammissibili

In particolare, per i suddetti bandi è possibile fare riferimento a:

 

Destinatari

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • le imprese localizzate sul territorio italiano che esercitano:
    • attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi
    • attività di trasporto per terra, o per acqua o per aria
    • attività agro-industriali
    • attività ausiliarie delle precedenti
    • attività di ricerca
  • le imprese definite start-up innovative
  • i centri di ricerca con personalità giuridica

 

Dotazione finanziaria

Le risorse finanziarie disponibili saranno così distribuite:

  • Bando Industria Sostenibile: 350 milioni a valere sul FRI oltre a 60 milioni a valere sul Fondo per la crescita sostenibile.
  • Bando Agenda Digitale: 100 milioni a valere sul FRI oltre a 20 milioni del Fondo per la crescita sostenibile.

 

Agevolazione

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa e del finanziamento agevolato così articolati:

Agevolazioni Contributo alla spesa: spese ammissibili* Finanziamento agevolato**
Piccole imprese max 15% 60%
Medie imprese max 15% 60%
Grandi imprese max 10% 50%

*È prevista la maggiorazione a 5 punti percentuali secondo le condizioni previste dai decreti.

**Il finanziamento agevolato ha durata compresa tra 1 e 8 anni – con periodo di preammortamento massimo di 3 anni – ad un tasso pari al 20% del tasso di riferimento vigente.

 

Modalità e Tempi

La data iniziale di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni, precedentemente fissata al 26 ottobre 2016, è differita al 29 novembre 2016, come da decreto direttoriale 11 ottobre 2016.

La domanda, pena l’invalidità e l’irricevibilità, dovrà essere redatta e presentata in via esclusivamente telematica selezionando una delle due procedure disponibili nel sito internet del Soggetto gestore, a seconda che si intenda presentare la domanda a valere sul bando Agenda digitale o a valere sul bando Industria sostenibile.

Le attività per la predisposizione delle domande potranno essere avviate dai soggetti proponenti a partire dalle ore 10,00 del 12 ottobre 2016, fermo restando che la presentazione potrà avvenire solo dalle ore 10,00 del 29 novembre 2016.

 

Il supporto del Cluster

La Fondazione Torino Wireless fornisce supporto agli aderenti al Cluster SmartCommunitiesTech per:

  • interpretazione tecnica e procedurale: verifica della rispondenza del progetto ai temi del bando e ai criteri di valutazione
  • costruzione partenariato: identificazione competenze necessarie alla buona riuscita del progetto e ricerca partner
  • sviluppo della proposta progettuale: supporto alla qualificazione della proposta rispetto ai requisiti del bando e ai criteri di valutazione nelle diverse fasi del bando

Per ricevere il supporto di Torino Wireless o segnalare specifici quesiti tecnici sul bando si prega di inviare una email a bandi@torinowireless.it

 

Informazioni e documenti

Per maggiori informazioni e per scaricare tutti i documenti:

 

Entra in contatto

Richiedi maggiori informazioni

*Campi Obbligatori
SmartCommunitiesTech
gestito dall'Associazione Cluster Tecnologico Nazionale
sulle Tecnologie per le Smart Communities
Sede Operativa
Fondazione Torino Wireless
Via Vincenzo Vela 3, Torino, Italy

Iscriviti alla newsletter

Coordinamento